Questo sito utilizza cookie utili al suo funzionamento, allo scopo di migliorare il servizio offerto. Per maggiori informazioni consultare l'informativa sui cookies
Proseguendo la navigazione si considera accettato il loro utilizzo. 

Iscrizioni e modulistica

DSCN0209La Facoltà è aperta a tutti coloro che siano in possesso di titolo di studio richiesto per l’ammissione all'Università civile.[1]

L’immatricolazione alla Facoltà, così come l’iscrizione ai diversi anni di corso dei tre cicli di studi, o anche a singoli corsi, come uditore, deve effettuarsi prima dell'inizio dell’anno accademico o del semestre (cfr. Regolamento, art. 41). All’atto dell’iscrizione va presentata la ricevuta di versamento del corrispettivo contributo accademico.

Per l’ammissione ai diversi cicli di studi è richiesta la conoscenza delle “principali lingue moderne, in modo da comprenderne la produzione teologica” (Statuti, art. 47). L’iscrizione ad un ciclo superiore è possibile solo dopo l’acquisizione del grado e del titolo del ciclo inferiore.

Gli studenti si distinguono in ordinari, straordinari e uditori. Coloro che partecipano ai corsi in vista del conseguimento dei gradi accademici sono studenti ordinari. Essi non possono essere iscritti contemporaneamente ad altra facoltà ecclesiastica o civile. Sono straordinari quegli studenti che frequentano con regolarità i corsi e partecipano all'attività accademica ma senza tendere ai gradi accademici . Sono invece uditori coloro i quali frequentano la Facoltà limitatamente a qualche corso (cfr. Statuti, art. 40).

Gli studenti provenienti da altra Facoltà o Istituto ecclesiastico i quali richiedano l’immatricolazione presso questa facoltà, devono presentare in segreteria una dettagliata documentazione relativa agli studi precedentemente svolti ed ivi rilasciata. La facoltà si riserva il diritto di valutare in merito all'opportunità di modificare il piano di studi dello studente (cfr. Statuti, art. 43).

Ad ogni studente viene rilasciato un "Libretto d'iscrizione" nel quale periodicamente vengono trascritti i voti degli esami sostenuti e registrati i gradi accademici conseguiti.

________________________

[1] Si veda la Lettera della Congregazione per l'Educazione Cattolica Condizioni per l'iscrizione alle facoltà teologiche in vista del conseguimento dei gradi accademici (Roma, 30 maggio 1998, Prot. 550/98) che corregge autoritativamente la prassi invalsa di permettere il passaggio da straordinario a ordinario di studenti non in possesso di titolo di studio necessario per l'iscrizione all'Università civile.

 

Orario e frequenza delle lezioni

Le lezioni del I Ciclo di Studi si svolgono abitualmente al mattino, dal lunedì al venerdì. Il II Ciclo di Studi prevede lezioni sia al mattino che al pomeriggio nei primi tre giorni della settimana (lunedì e martedì: mattina e pomeriggio; mercoledì: mattina). La scansione oraria è la seguente:

mattino

pomeriggio

I  ora

II  ora

III  ora

IV  ora

8.45  –  9.35

9.40  –  10.30

10.45  –  11.35

11.40  –  12.30

15.15  –  16.05

16.10  –  17.00

17.10  –  18.00

18.05  –  18.55

La frequenza alle lezioni e agli atti accademici è obbligatoria e integrale. Il Consiglio dei Docenti del 4 giugno 1998 ha prescritto l’obbligatorietà della firma di presenza alle lezioni per tutti gli studenti della Facoltà (cfr. anche Statuti, art. 52.5º e Regolamento, art. 62.1º). Pertanto, assenze che superino un terzo delle lezioni, tanto dei corsi semestrali che di quelli annuali, non permettono allo studente di sostenere il relativo esame.

La frequenza ai corsi ha validità nove anni. Trascorso tale periodo decade il diritto a sostenerne i relativi esami e lo studente è tenuto a rifrequentare i corsi.

Per informazioni sui corsi e sull'iscrizione contattare la segreteria generale della Facoltà.

 

Modulistica: