Questo sito utilizza cookie utili al suo funzionamento, allo scopo di migliorare il servizio offerto. Per maggiori informazioni consultare l'informativa sui cookies
Proseguendo la navigazione si considera accettato il loro utilizzo. 

Atti del convegno su Florenskij, presentazione volume

CAGLIARI, 27 settembre 2018 - Martedì 16 ottobre 2018, alle ore 16, nell’aula magna della Facoltà Teologica della Sardegna (via Sanjust 13), a Cagliari, verrà presentato un volume collettivo dedicato al filosofo, teologo e scienziato russo Pavel Florenskij: autore poliedrico e geniale, definito dai suoi connazionali, fin da quando era in vita, il “Leonardo da Vinci russo”. Si tratta degli atti del convegno che si è tenuto all’Università degli studi di Cagliari nell’ottobre 2017, in occasione degli 80 anni

dalla morte dell’autore; un convegno che ha messo insieme alcuni tra i maggiori studiosi di Florenskij, in campo nazionale e internazionale, e che ha visto una stretta collaborazione tra la Facoltà di Studi Umanistici dell’ateneo cagliaritano (dipartimento di Filosofia) e la Facoltà Teologica della Sardegna. Il testo rappresenta uno degli studi più ampi usciti finora in lingua italiana sull’autore.

La presentazione ha per titolo: “Florenskij e la crisi della razionalità: verità e antinomia”. Interverranno: Massimiliano Spano (Facoltà Teologica della Sardegna), Lubomir Žak (Università Lateranense di Roma) e mons. Ignazio Sanna (Arcivescovo di Oristano).

Il volume – curato da Silvano Tagliagambe, Massimiliano Spano e Andrea Oppo – raccoglie i contributi dei 17 relatori del convegno ed è suddiviso in quattro sezioni:

Florenskij e il pensiero scientifico; Florenskij, la storia e la cultura russa; Florenskij e la teologia; Florenskij nel mondo contemporaneo. “Questa miscellanea”, come si legge nella quarta di copertina del volume, “ha l’obiettivo di fornire un innovativo contributo agli studi su questo autore, e, si spera, di rappresentare l’inizio di un filone di ricerca che metta insieme teologia, filosofia e scienza”. “In un’epoca improntata alla esaltazione della pura prassi”, scrivono i curatori nell’introduzione, “Florenskij richiama fortemente l’attenzione a come questa sia figlia e conseguenza diretta di un pensiero. Le risposte ai bisogni dell’uomo, alle sue domande e aspirazioni, prima fra tutte quella alla pace, non possono nascere sul terreno delle semplificazioni o delle ideologie, a cominciare da quella che vorrebbe il trascendente escluso dalle nuove scoperte scientifiche. Ugualmente non possono nascere in un modello di pensiero unico che escluda il valore dei diversi aspetti della conoscenza umana e la polifonia dei saperi […]”.

S. Tagliagambe – M. Spano – A. Oppo (a cura di), Il pensiero polifonico di Pavel Florenskij: una risposta alle sfide del presente. (Atti del convegno per gli 80 anni dalla morte), PFTS University Press, Cagliari 2018, 446 pp.

 

- Scarica la locandina

- Leggi la scheda del volume